Abr's blogs and posts

...Daily links and food for thoughts ............... It's my Town ............ My weekly columns Abr's No Comment My Town Abramo Rincoln the zombie hunter

Abr's No Comment

Palin-genesis revealed

Qui sotto i video degli speech di Sarah Palin e del grande unico inimitabile Rudy Giuliani alla Convention Repubblicana.
In sintesi la ragazza offre una grande performance, togliendo subito il fiato per come sa andare dritta al sodo: le sue prime parole dopo tre minuti di applausi iniziali sono "accetto la candidatura a vicepresidente", e bookmakers e mainstream media vadano pure a scopare il mare assieme alle loro insinuazioni.
Elogia la figura di McCain, poi introduce la sua famiglia: toni solidi, gioiosi, senza scivolare nel patetico e soprattutto nelle auto-giustificazioni, punta a presentarsi come una che ha ne' piu' ne' meno le esperienze belle e brutte di tutti i genitori, successi e fallimenti non certo "errori" e "punizioni" stile Michelle Obama: per i figli solo unconditioned love.
Famiglia o meno, donna o meno: "I'm in America, every woman can walk the doors of opportunity".
Orgoliosa di essere cresciuta in una piccola cominita' e di far parte del "contado", presenta il suo curriculum e inizia a pungere Obama:  il lavoro di small town Mayor che ha svolto per dieci anni e' quello di un "organizer" (l'unico mestiere fatto da Obama in vita sua e' stato il "Community Organizer", nds), solo con dirette concrete responsabilita'.
Citando l'esperienza di Governatrice dell'Alaska inizia a calare le sue credenziali: lo ha fatto da indipendente, senza guardare in faccia le lobby delle big oil companies e dei partiti, anzi riducendo le spese (ha messo su Ebay il jet riservato al Governatore) e ottenendo un surplus di bilancio.
Cita lo startup del maggior progetto infrastrutturale della storia degli Stati Uniti, una pipeline strategica da 40Billion dollar, e citando il triste destino dell'Europa succube del gas russo, espone la strategia energetica del ticket: drill now ma non solo, serve nucleare, carbone pulito, eolico, solare e tutto quello che puo' servire per non dipendere da nessuno.
Poi passa alle bordate contro Obama. La ragazza e' tosta e aggressiva: prima demolisce il concetto di bigger governmente e dell'increase taxes, poi congiunge inesperienza e inconsistenza Obamiane: "some candidate use change to promote their career, John McCain use his career to promote change".
All'America non serve un "organizer" insomma, uno impegnato in un "journey of personal discoveries", serve qualcuno che sappia prendere le decisioni giuste.
Si chiude con sei minuti di ovazioni e l'ingresso di McCain: "dind't we pick up the right vicepresident?".

Poco prima il grande Giuliani si riserva il compito di spiegare il senso di queste elezioni: la scelta nelle mani di ogni americano, non del mainstream media o delle stelle di Hollywood, e' tra un eroe, uno che tutti sanno essere in grado di fare il commander in chief e gestire crisi, "versus a gifted man from Ivy League", il cui l'unico lavoro (?! e ride)  in vita e' stato fare il "community organizer" (what?!).
Sarah da sola ha piu' esperienza esecutiva che non Obama e quel vecchio politicante di Biden assieme. "E ci scusera' Obama se Sarah ha fatto le sue esperienze in posti non cosi' "flashy" come quelli che piacciono a lui".
"Una vita immerso nella Chicago political machine" dice ancora di Obama il Mayor of America: " dei suoi anni come senatore non si ricordano disegni di legge o attivita' significative; per piu' di cento volte ha votato ne' si ne' no bensì "present". Nemmeno sapevo si potesse! Gli do' un consiglio: la prossima volta che deve prendere una decisione, dia un colpo di telefono a John McCain".

La chiave scelta dal Gop e' chiara: noi siamo con la gente, col Paese, soprattutto con quello fuori dai grandi conlgomerati costieri; loro invece stanno coi politicanti di Washington (o peggio, di Chicago). Noi siamo quelli del fare, loro solo chiacchiere e distintivo.
La strada per battere la suggestione Obama e' lunga e tutta in salita, ma le scelte fatte sono le migliori che si potessero fare, e God bless America.




6 commenti:

Chris ha detto...

Sai che il mio cuoricino batte sempre il per il vecchietto, ma Sarah devo dire che mi ha stupito per la sua naturalezza e concretezza. Good job!!!!

Abr ha detto...

Assolutamente alla grande, il vecchietto ha acquisito milioni di punti nella mia testa!

countrygirl ha detto...

Rudy è partito all'attacco e come un Pittbull ha azzannato Obambi e non l'ha mollato per tutto il suo discorso. Il discorso della Palin puntava al cuore ha attaccato con grazia il "prescelto" ma il grande Rudy non ha nulla da perdere e attaccato su tutti i fronti l'unto

Abr ha detto...

Tnxs countrygirl, ho riportato il video del Mayor proprio sulla base delle tue stesse considerazioni.

ringo ha detto...

Qui qualcuno tratta due volte di fila il tema Palin... Su un blog che doveva essere come uno studente universitario non propriamente frequentate ed invece... Mmmh, gatta ci cova!

Abr ha detto...

cosa vorresti insinuare, che ho un debole per le quarantenni piacenti e in carriera? Abbiamo già dato ... ;)

Ne quid nimis blog

Today's Birthday

Quote of the Day

Mother

- The Father Blog

Ne quid nimis - T



- The GrandFather Blog:

Ne quid nimis - T
Find 2005 archives here