Abr's blogs and posts

...Daily links and food for thoughts ............... It's my Town ............ My weekly columns Abr's No Comment My Town Abramo Rincoln the zombie hunter

Abr's No Comment

Primarie from dummies

Bello e ficcante: Nidra Poller su PJM descrive l'approccio dei media francesi alle elezioni americane. Calza perfettamente, guarda il caso, con l'approccio dei media italici. By the way, se volete sapere veramente cosa succede, chi fa cosa e chi sta con chi, cosa sia realmente un caucus o il vero esercizio della democrazia (altro che primarie del Piddi'!!), lasciate perdere giornali e tivvu' e seguite certi blogger come questi qui.
Le considerazioni di Nidra, oltre a ricordarci perfidamente come molta stampa francese (copiata da quella italiana) avesse eletto Kerry l'ultima volta, ci confermano una forte impressione: i nostri giornalai e imbrattacarte saggisti in genere, mediamente non sono nemmeno furtivi manipolatori animati da intenti eticamente poco onesti: altro non sono che banalissimi followers provinciali mentalmente impigriti, degli scopiazzatori stile Celentano & Co. Anni Sessanta, quando i cantanti si appropriavano traducendo (e senza pagar copyright) dei successi inglesi e americani ("Preghero' per te" etc). Almeno i giornalai nostrani scimmiottassero come quei cantanti i migliori della classe! Gnente: pigri come sono, copiano dai piu' vicini cugini translapini, pur notoriamente limitati e mediocri. Si vede che al liceo han fatto francese ..

E' sufficiente una traduzione libera dell'incipit del post (che consiglio di leggere) per capirci:
"Man mano che sondo gli articoli pubblicati o le trasmissioni tv [francesi], mi rendo conto che non e' solo questione di differenti punti di vista, linguaggi o prospettive; si tratta piuttosto di una vera e propria INCAPACITA' DI ARRIVARE AL PUNTO ("lack of focus") cosi' tipica del giornalismo francese" (e italico, aggiungiamo noi).
Nidra chiarisce: "Nessun candidato e' presentato in modo chiaro e netto. I temi della campagna sono descritti in modo confuso e approssimativo, le problematiche affrontate nei dibattivi vengono rese fumose ad arte, come se una cappa di foschia fannullona dovesse nascondere l'energia ad alto numero di ottani delle primarie statunitensi".
Il processo compiuto dai giornalai sud-europidi, spiegheremmo a Nidra, dopotutto altro non e' che una sorta di reductio ad politicam europeam, con le sue classiche nebbie, fumosita', assenze di focus e chiarezza, fannullaggini, energie positive e partecipazione tramutati in astiose mobilitazioni "contro" etc. Dopotutto ognuno parla come magna no?
"I candidati vengono rappresentati come costruzioni teoriche, congelate in una dimensione atemporale da giornalisti so-tutto a colpi d'ascia, ma nemmeno un'ascia che tagli in modo netto e definito, bensi' mollo e lento. Questi abbozzi di profilo non sono nemmeno qualcosa di personale, quanto piuttosto una summa di luoghi comuni".
Questa e' l'informazione dalla Casta giornalaia (gemellata per natura, origine e convergenze alla Casta delle Politica e a quella della Giustizia): banchetti di mercato, su cui raccomandati dal cervello in folle con lauree di serie B o C, allineano rottami stantii recuperati dalla spazzatura altrui.
UPDATE: come se non bastasse (ma non basta mai), Nullo affonda il coltello nella ferita rincarando la dose.
E se e' vero, come e' vero, che le carte imbrattate coi soldi di quelli in conflitto di interessi congenito e perenne - la Stampella e La Sola 24Ore - sono mediamente il meglio che il giornalaismo italico sa produrre ("perche' IfFoglio e' altra cosa"), allora ci siamo gia' detti tutto no?


0 commenti:

Ne quid nimis blog

Today's Birthday

Quote of the Day

Mother

- The Father Blog

Ne quid nimis - T



- The GrandFather Blog:

Ne quid nimis - T
Find 2005 archives here