Abr's blogs and posts

...Daily links and food for thoughts ............... It's my Town ............ My weekly columns Abr's No Comment My Town Abramo Rincoln the zombie hunter

Abr's No Comment

13+1=15

L'Internazionale di Porto Allegro vince meritamente il campionato di calcio "arrangiato" dal Signor Rossi. Ce ne rallegriamo per Materazzi e Ibrahimovic, simpatici guasconi cazzuti, degli altri nessuno ci commuove, tantomeno i suoi padroni un po' così.
La cosa notevole è che, per qualche strano motivo, tale scudetto vale doppio - erano 13 quelli sinora conquistati dalla seconda squadra de Milan, ora inopinatamente sono diventati 15.
Pare dipenda da malefatte altrui e da un po' di barbatrucchi. Come se riceveste una promozione al posto del collega grazie al vostro cognato direttore del personale. E invece di star sghisci, ne menaste pure vanto in giro.
Bah, cose che capitano in questi tempi oscuri e sinistri, nel Paese giudicato meno calcisticamente affidabile ed attraente di Polonia e Ucraina. Ci sentiamo quindi autorizzati a parafrasare il mitico Prisco: "L'Inter ha vinto due scudetti: il primo togliendolo ai vincenti sul campo, il secondo togliendo i vincenti dal campo".
Sia come sia, la rappresentativa sudamericana si fregia del suo doppio scudetto, agognato dai tempi che il venturo Partito Democratico si chiamava ancora PCI; col massimo rispetto, anche noi ce ne fregiamo altamente.






Link al solito food for thoughts del Weekend open (must read) list di a.man.


Importante : lasciate perdere Rai e succedanei, per sapere live come vanno le elezioni dai cuggini, seguite qui e qui.




27 commenti:

StarSailor ha detto...

Merci! :))

Ciao (alla francese, con l'accento finale) :P

Franc.

Abr ha detto...

Ah mercì, credevo mi volessi ringraziare con un mercimonio di merce .. ;-)

nullo ha detto...

manchera' mica un'acca, in fondo... ;-)

Abr ha detto...

:-)

Massimo ha detto...

Con le squadre in campo dubito si potesse pensare ad altro risultato.
Diciamo che con quella serie A in quelle ocndizioni lo scudetto è più che meritato.
Manca la controprova in un campionato con il Milan che non dovesse recuperare (psicologicamente che gli 8 punti) e con la Juventus ...

Starsandbars ha detto...

Opperbacco, mi pare che il distacco con i caccaiaviti sia di 28 punti, non di 8...
Evidentemente la Classe con cui Berlusconi ha commentato il secondo scudetto consecutivo VINTO SUL CAMPO della Prima Squadra di Milano,mai scesa nelle serie minori,non sembra far proseliti.
Saluti da Cava dei Tirreni.

Abr ha detto...

Pienamente allineato con la lettura che Massimo dà di questo campionato.
Avendo visto de visu nel campionato scorso i bauscia, pur squadra di livello assoluto, farsela letteralmente nelle mutande in casa contro sia i cugini che la Juve, mi mermetto di aggiungere solo che il grande problema di personalità della seconda squadra de Milan, che gli aveva sinora impedito di sfruttare i campioni sempre avuti, è stato finalmente fissato da Guido Rossi mediante penalità e retrocessioni, non da Mancini o Moratti. Se n'è visto l'ultimo residuo nel braccino corto contro la Roma, weekend scorso. Punto e fine delle trasmissioni.

Opperbacco, veramente ho iniziato concedendo il "meritatamente vinto" riguardo a questo scudetto, ancorchè con gi oggettivi caveat sopra esposti, quindi non raccolgo la provocazione ;-)

Quanto alla classe, fossi un bauscia starei molto sghiscio, dopo aver sentito il Presidente vostro festeggiare con classe e fair play inneggiando alla "moralità" "mentre tutti gli altri rubavano".
Excusatio non petita...
Saluti dalla Collina Torinese.

Ps.: i milanisti sono "casciavitt" perchè storicamente la tifoseria della prima squadra de Milan era concentrata nel tessuto dell'inner city, fatto di artigiani (da ci il cacciavite) e piccoli imprenditori-lavoratori autoctoni.

L'Inter, arrivata dopo, era invece la squadra degli immigrati nelle periferie e dei loro padroni (i bauscia). Un po' come la Juve insomma..

ringo ha detto...

E soprattutto manca la prova Vieri - Ibra: se la Juve fosse rimasta in serie A, siamo sicuri che sarebbero andati all'Inter, l'unica squadra che si è potuto permettere la campagna acquisti (grazie anche ad un certo assegno di un certo signor Rossi)

ringo ha detto...

Vieira, intendevo. Vieira.

Abr ha detto...

Brett, io rimango convinto come detto sopra che il vero problema dell'Inter sia sempre stato la personalità.
I campionissimi, sin dai tempi di Ronaldo, sono sempre stati comperati, ma la squadra non c'è mai stata.
Rossi ha semplicemente dovuto segare le gambe alle altre per ridargli animo.

Quanto a Vieira, quello che autolesionisticamente si chiese che ci facesse il Milan in Champions, lo liquidiamo parafrasando i mitici Skiantos anni '80:
"Era solo un francese negro comunista dell'Inter; ma avrebbe anche potuto farcela dopotutto, se non avesse avuto le ascelle che puzzano ..." :-D

camelot destra ideale ha detto...

Ciao Abr, scusami il commento fuori tema.
Ho lanciato una piccola iniziativa a favore del partito unitario di centrodestra, il Partito delle Libertà:
http://www.camelotdestraideale.it/index.php/2007/04/22/per-il-partito-delle-liberta-aderite/

Forse ti interessa aderire...a presto ;)

Starsandbars ha detto...

Premettiamo che solo chi non è retrocesso nelle serie inferiori può fregiarsi a pieno titolo di essere la Prima Squadra di Milano (come diceva Prisco: la prima volta, pagando, la seconda gratis...).
Il "meritatamente vinto" è seguito da una serie di considerazioni che si commentano da sole.Quanto alla provocazione, non sono io ad aver iniziato: nel mio Blog, per non offendere la sensibilità di un milanista ospite fisso, Ago86,ho postato una cosa semplicissima,due righe. E' un post che ritengo assolutamente fuori luogo, sapendomi tifoso, ed anche molto acceso.
Non parlerei poi di moralità, avendo il Bilan una lunga sequenza di Presidenti con problemi penali. Cominciando da Felicino Riva passando per Colombo.

Evita poi di parlare di cose che non conosci ad un Milanese da generazioni. I milanisti, oltre che Cacciaviti, sono chiamati Tranvieri,perchè la maggior parte dei conducenti di Tram erano loro tifosi. Da qui Cacciaviti, dal nome del grosso cacciavite che serve loro per far scattare il cambio delle rotaie quando non funziona.I loro tifosi sono sempre appartenuti alla classe proletaria, ed anche gli stadi di appartenenza erano ben lontani: San Siro in aperta campagna, l' Arena in pieno centro. Conosci così poco la storia milanese da non sapere poi che il Biscione ha infatti avuto come Presidente il Signore di Milano, Giuseppe Visconti di Modrone. Ed ogni Milanese DOC sa cosa significhi questo. Non per niente il Biscione è nel nostro Stemma.E chiunque a Milano sa che la squadra dell' Alta Borghesia e della Nobiltà è sempre stata quella fondata dal Pittore Giorgio Muggiani e amici nel Ristorante Orologio.

Starsandbars ha detto...

Detto questo,poi, se non provocato, non ho nulla contro una squadra in cui ha giocato Mio Padre nel Primo Campionato a Girone Unico. Una squadra che senza Berlusconi che la salvò da Farina, o sarebbe fallita o farebbe la spola tra B e C, giocando accaniti Derbies col Monza allo Stadio Brianteo.E che mi suscita tenerezza per le molte lacrime versate dai suoi tifosi in passato.

Starsandbars ha detto...

PS: la mia spiegazione, da Milanese DOCG, è stata ancor più eloquente di Wikipedia, che non porta la spiegazione del cacciavite del Tranviere, ma avvalla il mio intervento:

"Il tipico tifoso del Milan per lunghi decenni del XX secolo apparteneva alla classe popolare e operaia, spesso immigrato dal Sud o dal Triveneto. I tifosi rivali dell'Inter li soprannominavano "Casciavìtt", che in milanese significa "cacciaviti", proprio per indicare l'origine proletaria ed operaia di larga parte dei tifosi rossoneri. A loro volta i tifosi milanisti chiamavano i cugini neroazzurri "bauscia", termine milanese che significa gradasso, per indicare uno degli stereotipi classici dei milanesi, essendo allora la tifoseria neroazzurra composta perlopiù dalle classi medie ed altolocate, di origine prettamente meneghina"

Abr ha detto...

Bentornato Camelot, vengo a visitare al tua iniziativa as soon as I can!

Abr ha detto...

Starandbars, sono felice per te. E, schindlerianemente, ti perdono ;-D

Ps.: Wikipedia la scrive gente come me o te; i miei dati sul tifo tipico degli anni '50 a Milano (io non c'ero) l'ho presi da un articolo autentico dell'epoca su cui avevo fatto un post anni fa.
In tutta franchezza preferisco dar fede a un milanese doc presente allora piuttosto che a un tifoso poco lucido causa eventi non abituali :-D.

Starsandbars ha detto...

Quale articolo: nome e cognome, di un milanese che di Milanese non ha nulla. Ho scritto particolari, ben precisi. Ma forse non sei mai salito su un Tram.
Stai peggiorando, ora mi dai del bugiardo, una cosa inamissibile per un Cattolico Praticante.E sai che lo sono. Complimenti.

Abr ha detto...

Grazie per i graditi complimenti.
Mai dato del bugiardo, credo tu sia solo un tifoso, preso dal deliquo del trionfo dopo diciotto anni; capibile, ma poco lucido e quindi poco interessante nelle tue "motivazioni".

Casomai sei tu che mi dai del bugiardo, ma don't worry, la cosa non mi tange. Già ti avevo perdonato (alla Schindler); del resto se sei un milanese docg in tram, non vantartene troppo, si è sempre meridionali di qualcun altro: infatti per il mio genoma nordico sei solo un mediterroneo :-D

E ora scusami, ho una partita vera ai vertici d'Europa tra due squadre forti e toste da seguire. E rispetterò il risultato, senza tirare lambrette in campo.

Tu intanto se hai tempo cercati pure l'articolo che ti interessa: vai in "past archives", selezioni "2005" e cerchi, post per post.

ringo ha detto...

Bona Danny: torniamo a parlare di aussies and springboks! In vista del Mondiale, bisogna tenere d'occhio i Crusaders, che raccolgono nelle loro fila i migliori All Blacks. Da quando sono tornati McCaw, Carter, Gear, Jack & Co. non perdono più e scavalcano la classifica del Super 14. Tra l'altro non credo ci sarà una franchigia australiana nelle final 4. Sfida tra NZ e SA. Guarda caso l'unica nazionale che ha battuto i tuttineri nello scorso Tri Nations e in tutto l'anno. Ammesso che non si incontrino prima, ce li vedo in finale.

Abr ha detto...

Ok Brett hai ragionissima, lasciamo gli umani alle loro beghe con il no sport .. ooops, me n'e sfuggito 'n altro di post calcistico ;-)

Ho visto i "nuovi" Crusaders, uno schiacciasassi che gioca a memoria, potrebbero andar loro ai mondiali al posto di una nazionale qualsiasi, arriverebbero sul podio sicuro.
La partita più entusiasmante è stata però quella degli Sharks con gli Hurricanes, vinta da questi ultimi ma dopo un recupero colossale per soli 10 punti.
Concordo che oggi i valori dicano SA contro NZL in finale, ma bisogna controllare il tabellone, non vorrei che i franzosi .. sai com'è ... ;-)

Abr ha detto...

Questo commento è stato eliminato dall'autore.

Starsandbars ha detto...

Ecco, bravo, occupati di Rugby, dove peraltro in fatto di scudetti sono a 18, molto davanti a qualsiasi squadra veneta, e posso anche vantare di aver visto qualcosa dal vero, ad Auckland, nonchè di possedere nel mio fornito Museo dello Sport, anche la sciarpa originale Kiwi presa in NZ, così eviti di farmi sorridere per le cose che dici, che denotano quanta poca dimestichezza tu abbia col Calcio.

Vedo infatti che hai eliminato il tuo ultimo post che stamani era visibile: ma potrai negare che avevi scritto che l' Inter è nata nel 1901 ????
Anche un bambino di 10 anni che tenga al Frosinone conosce l' anno di nascita delle maggiori squadre di Calcio. Dal Genoa fino alla Samp. E dunque , non conoscendo l' anno del Biscione, 1908, è come dire che il nome degli Allblacks derivi dalla maglia nera. Invece che da Allbacks.

Il sottoscritto milanese DOCG non usa il Tram, bensì il Taxi,da buon Bauscia ma è al corrente della Storia di Milano, citta aperta ad ogni emigrante Italiano e non usa termini come "mediterroneo" per chi è stato tradito da un Risorgimento un pochino a senso unico.
Il milanese DOCG , che ha conoscenza assidua di San Siro molto meglio di chi parla di cose che ignora, può poi affermare che il motorino cui ti riferisci non è mai stato lanciato nè in campo, nè tantomeno dal secondo al primo anello sottostante, come viene comunemente creduto. Il secondo anello di San Siro , settore Verde, occupato dai Boys, Ultras, etc., è risaputo, è a sua volta diviso in 2 tronconi,collegati tra loro dalle scale; se uno osserva il filmato, il motorino viene gettato dalla parte superiore a quella inferiore, svuotata dagli Ultras; e si ferma lì, prontamente afferrato dal servizio d'ordine. MAI è caduto al primo anello. Se però vogliamo fare un elenco di atti delinquenziali commessi dalle frange estreme rossonere, potrei fare un lunghissimo elenco.

Infine, nel tuo post cancellato, facevi riferimento a chi debba essere considerata Prima Squadra: due retrocessioni (nonchè un sondaggio de l' Espresso)la dicono lunga su chi in realtà lo sia.
La serie A è come la Verginità: una volta persa, non si può più ripristinare. Ed è notorio quanto questo vi dia fastidio.Così come il ricordo della sconfitta interna con la Cavese, cui mi riferivo e che forse non hai capito, essendo, a ragione, probabilmente, il Rugby il tuo Sport.

Quanto all' archivio, non mi sogno neanche: mi bastano le persone che conosco a Milano, dell' una e dell' altra sponda, e che sono miei clienti. Alcuni furono dirigenti, altri lo sono attualmente, delle 2 squadre. Nonchè i libri anche sul Milan che possiedo, per via di Mio Padre.

Abr ha detto...

Ohhh chennoia, ripiove noiose puntualizzazioni da parte del supertifoso in overdose ..

Facciamo il punto: il tema molto cheap, nazional popolare direi, sulla superiorità antropomorfica di una squadra sull'altra, annoia e infastidisce la nostra intelligenza. Punto e fine delle trasmissioni.

il tema del mio post non è il tifo becero e popolano per a o per b, non è la milanesità (nessuno è perfetto, fattene una ragione, suvvia).
Il tema era piuttosto l'amara riflessione che in Italia persino gli scudetti di calcio sono oggetto politico e vengono assegnati secondo logiche politicamente corrette. Se ancora non l'hai colto, sono solo problemi tuoi. Perchè oggi a te, domani magari non più ...

Il tutto senza nulla togliere alla tua squadra e al suo trionfo meritato - date le condizioni al contorno.
Gioisci fin che rimani senza voce, chittelo impedisce? Basta la finisca di legittimare un fatto puntuale e a mio avviso da non rimarcare più di tanto - ripeto per le oggettive condizioni in cui è maturato - con deliqui etnico moral parrocchiali.

Il rugby - ovunque tu sia stato chissene, ti ho forse annoiato su dove sia stato io a giocare? - tettu lo lasci stare pliis: quello è sport, astenersi portatori di bandieroni.

Un paio di puntualizzazioni a questo punto anche da parte mia (poi basta):
- il Milan in B: si, c'è stato, e allora? Meritatamente, mai avuto problemi ad ammetterlo e a gradire la famosa battuta di Prisco, che non per caso parafraso nel post. Anche la Juve ora sconta le sue colpe, ne uscirà rinforzata.
Il fatto è che veri uomini si fanno grandi e forti per mezzo delle prove, delle esperienze negative.
E se ne fanno una ragione. I ragazzini invece ridono delle disgrazie altrui.
Ricordo un Milan-Cavese: a lode dei suoi tifosi, c'erano più spettatori che non Inter-Lazio, ignobile inciuciatissima finale di Coppa Italia pre V maggio cui assistetti inorridito (inciso: ho visto live più Inter che Milan in questi anni, perchè NON sono tifoso).
Basta vederli in giro, i tifosi delle due squadre, la differezna si vede a occhio nudo. Chiedere alle squadre estere di Champions, avete l'immagine della Stella Rossa e del Panatinaikos.
Non è colpa vostra, è che non avete avuto occasioni per fortificarvi, siete come bambini viziati ( e anche un po' sfigati).
Quanto alla verginità, chi prima o poi non la perda rimane una inutile, vana e acida zitella. Buon pro ...

- l'archivio: problema tuo, sei tu che volevi nomi e cognomi; ho sprecato tre secondi del mio tempo per indicarti la strada, se vuoi pedala, sennò pace.

- il precedente commento è stato autecensurato per evitare l'eccessiva confidenza con voi umani.
Le porte di questa casa sono aperte, c'è sempre da imparare da tutti, persino dai tifosi, ma a questo punto non c'è più nulla da aggiungere, ognuno si tenga le sue più o meno legittime opinioni; andare circolare, abbiamo già dato.

Starsandbars ha detto...

Sapessi io che noia e tristezza a doverti seguire…
1)Non son stato io a voler fare il punto per primo su chi fosse la Prima Squadra della mia Città.
2) Il mio tifo in Rete è così becero che nel mio povero blog che si occupa di Storia e Religione, argomenti forse un po’ noiosi a chi dedica ultimamente molti post al calcio, ho dedicato SOLO una riga. Questo per il RISPETTO (conosci questa parola ?) dovuto ai miei ospiti, in particolare ad un ragazzo molto tifoso del Milan.
3) Ben venga essere considerato,perché Milanese, imperfetto, da parte di chi mi ha dato del “Mediterroneo”. Per fortuna i molti Veneti che conosco non soffrono di certe fobie nei confronti di una parte d’ Italia che subì un’ invasione da parte dei Piemontesi assai poco corretta nei confronti del Regno delle Due Sicilie. Veneti che dovrebbero riflettere più a lungo prima di parlare, avendo subito lo stesso trattamento dai Piemontesi, soprattutto dopo l’ Unità d’ Italia, a cominciare dalle industrie tessili; trattamento che costrinse alla medesima immigrazione Veneti e Meridionali. Ma mi rendo conto che probabilmente questi argomenti sono noiosi, molto noiosi, per un fan di Gattuso (e, par condicio, toh, ci metto Materazzi).
Milanesità che ho rivendicato solamente per farti conoscere cose che tu ignori.
4)Quanto agli scudetti “oggetto politico”, sui quali non voglio soffermarmi più di tanto, perché non è questo il punto (e se non lo capisci, beh, non è colpa mia), se trovi qualche irregolarità, fai un esposto alla magistratura.
5) Sorvolo sui deliqui parrocchiali, ritenendo le Parrocchie migliori educatrici rispetto ai tanti blog autoreferenziali del web che invece di far politica in un momento cruciale della Storia italiana, pensano solamente a citarsi addosso.
6) Perché poi mai dovrei lasciar perdere il rugby, oltretutto con chi sta palesemente dimostrando che non bastano 4 touche per comprendere il vero spirito di questo GIOCO DI SQUADRA ? Sei forse il detentore di diritti che non conosco ?
7) I grandi uomini si temprano con le esperienze negative ? Può essere, ma il Milan in B non c’è andato per demeriti sportivi, la prima volta. Ma in seguito a una condanna. Che comportò noie penali a molti suoi tesserati, in primis il presidente Colombo. Ma come ho scritto, è forse un’ abitudine, cominciata col fuggiasco libanese Felicino Riva . E Duina ? E Farina ? Il tentato suicidio di Buticchi ? E capitan Baresi ? Ma io non rido delle disgrazie altrui, che sono tante, ma constato. E’ differente.
8) Ignobile inciuciatissima Coppa Italia ? Hai le prove ? Espostino alla magistratura. Non le hai, tas, per evitare poi di dover chiedere scusa per offese gratuite, come fece ufficialmente sul sito rossonero il pacatissimo “non-tifoso” Suma, direttore di Milan channel per altre cose.
9) Quanto alla Verginità, rimanendo una tua opinione che chi rimanga Vergine abbia una vita Vana (Madre Teresa ti dice nulla ?), resta il fatto che chi si sporchi con la giustizia, penale e/o sportiva, e vada o in carcere o in una serie calcisticamente inferiore, non possa equipararsi a chi in serie A sia sempre stato.


Questo per quanto riguarda il pubblico; privatamente nella mailing di triares esporrò poi i miei giudizi su altre cosucce, perché, se non lo hai capito, qui CALCIO e TIFO non c’ entrano nulla.

C’ entra l’ accertamento della Verità, come sempre ho fatto da anni: alterare fatti risaputi, come la divisione delle due tifoserie, oppure cancellare un tuo commento dove appariva chiara la tua poca dimestichezza coll’ arte della Pedata, come la chiamava Giuanin Brera.
Non ti sta bene wikipedia: ma io ti ho dato un’ interpretazione più completa, parlando di tranvieri e del loro cacciavite. Ed in effetti, a Milano, per i vecchi conoscitori del futbòl, Tranvieri è più in uso, ma in Rete, che è piena di inesattezze, si trova solo Cacciaviti. A volte anche con spiegazioni farlocche, come ho trovato, e cioè che Cacciavite voglia dire scarso. No, cacciavite ,non vuol dire scarso,è la spiegazione che ti ho reso. Tutto il resto sono inesattezze mostruose. Non ti fidi ?
C:\Users\user\Documents\VIRGI FOTO\Corriere della Sera - Inter, Milan, storia e politica.mht
C:\Users\user\Documents\VIRGI FOTO\I'VE GOT A DEVIL IN ME - ACMilan forum Leggi argomento - Tutto quello che non sappiamo della storia rossonera.mht

Grazie cmq per l’attenzione da un tale superuomo. Io rimango solo un' umile accertatore della Verità. Che non è pirandelliana, ma unica.

Starsandbars ha detto...

PS, i link giusti sono:

http://acmilan.forumup.it/about58-acmilan.html


http://www.corriere.it/solferino/severgnini/06-12-11/03.spm

Abr ha detto...

Abbiamo già dato, o insistente e pedante commentatore dalla dura cervice, ora basta rispondere alle provocazioni maleducate.
Non hai colto il senso di un post che c'entra ZERO con la tua Fede nelle Verità Uniche.
Pace a te, tieniti le tue idee; quanto a noi, manchi dello stile, personalità, argomenti e capacità di convinzione per farci cambiare idea.

Qui siano in casa mia ti vada o no, quindi andare circolare; qui non c'è niente da vedere per postulanti insistenti e fastidiosi in casa d'altri, con livore e propopea.

Hai detto la tua, le tue opinioni personali sono state pubblicate, anche se offensive oltre che assurdamente apodittiche e definitive, ora basta.

Comunque a volte a questi livelli di commenti, emergono perle che ne vale propio la pena.
Diamonds in the rough ...
Come quella sulla Verità che sarebbe Unica (fuffa da madrassa pakistana); oppure quella incredibile, di livello omerico direi, del "Cattolico Praticante che non può mentire mai".. o era come il deodorante, "che non deve chiedere, mai"?
:-DDDDD

Anonimo ha detto...

Condivido pienamente il suo punto di vista. L'idea di un buon supporto.
E 'vero! Penso che questo sia una buona idea. Pienamente d'accordo con lei.

Ne quid nimis blog

Today's Birthday

Quote of the Day

Mother

- The Father Blog

Ne quid nimis - T



- The GrandFather Blog:

Ne quid nimis - T
Find 2005 archives here