Abr's blogs and posts

...Daily links and food for thoughts ............... It's my Town ............ My weekly columns Abr's No Comment My Town Abramo Rincoln the zombie hunter

Abr's No Comment

DareDevils

Nella povertà glaciale da pagina vuota della attuale politica delle idee, che poco stimola la nostra fantasia, e nell'attesa dei mondiali di rugby di settembre, ci risolleva e riconcilia con quello strano fenomeno che è il calcio, lo scontro stellare all'Old Trafford di Manchester. Alla fine è stata "una delle migliori partite della storia della Champions". Due squadre di un altro pianeta, giocano uno sport diverso dal solito calcio abituale.

Inutile chiederne conto a certi opinionisti e giornalai, fissati sul risultato alla fine del secondo quarto della sfida di 180 minuti; sono costoro ancora affascinati dalla inopinata scoperta che in Inghilterra si gioca sino a quando l'arbitro fischia la fine (e infatti parlano di "beffa", loro). Vivono, da sfigati appesi alla benevolenza della Dea Bendata, l'opportunità perduta. A calcio, come nella vita, vince il furbastro approfittatore, non quello che ci crede o chi ci metta classe competenza e intensità; questo è il credo da rinforzare in un Paese di mediocri da parte di mediocri scribacchini raccomandati.
Non sanno leggere il fatto che abbiamo due supersquadre diversissime ma sopraffine e alla fine equivalenti, ognuna coi suoi atout, ognuna determinata a non lasciar fare a Eupalla di Breriana memoria.
Giocano uno sport degno di essere seguito con passione, qualunque sia l'esito. Il risultato non importa davanti a intensità e campioni del genere, poteva vincere l'una o l'altra non ci sarebbe stato nessuno scandalo a questi livelli di spettacolo.
Gioco duro ma corretto, tifosi tosti ma sportivie competenti; i disadattati ultras di vario livello li lasciamo volentieri a quell'altro non-sport che si gioca in un altro pianeta, in stadi confortevoli e dignitosi come pisciatoi pubblici in Stazione, tra arbitri e campionati aggiustati, titoli riassegnati in modo politicamente corrretto, intercettazioni e pedinamenti, fumogeni e "tifo" da disadattati imboscati, degni in altri tempi più civili di deportazione e basta.
Una dichiarazione su tutte: "Mi è scocciato lasciare soli i miei compagni": Rino Gattuso, corpi speciali de Milan; affermazione che ricorda la classica britannica "C'è nebbia sul Canale, il Continente è isolato".

2 commenti:

nullo ha detto...

avevo deciso di scendere al pub per vederla, poi verso le sette e mezza mi e' venuto un colpo di pigrizia e son rimasto su. peccato...

Abr ha detto...

Ehh Nullo, ti sei perso una bella sfida a viso aperto a cento all'ora.
Solitamente sono critico e diffidente con il calcio, fenonomeno più circense e nazional popolare che sportivo, ma delle volte devo riconoscere che, ai livelli giusti, si riscatta.

Ne quid nimis blog

Today's Birthday

Quote of the Day

Mother

- The Father Blog

Ne quid nimis - T



- The GrandFather Blog:

Ne quid nimis - T
Find 2005 archives here