Abr's blogs and posts

...Daily links and food for thoughts ............... It's my Town ............ My weekly columns Abr's No Comment My Town Abramo Rincoln the zombie hunter

Abr's No Comment

Desperate, but not seriously

Rieccoci qua, allora, successo qualcosa in nostra assenza?
Non sembrerebbe proprio; il governo traballa sempre più forte, ma lo fa da un anno e mezzo mi pare, nulla di nuovo sotto il sole.
La sua mission del resto non è mai stata di ergersi solido e stabile, scoglio contro venti e maree, dall'alto della sua maggiornanza di due soli(di) voti al Senato, sulle poderose spalle di ultranovantenni piazzati in posizioni strategiche.
Quali sarebbero poi 'ste forze che congiurano contro la salute e prosperità del Governo? Lasciando da parte l'Opposizione come spiegato tempo fa qui, analizziamo rapidamente.
- i Massimalisti: delusi dal comportamento del governo .. ma stiamo scherzando?!
Stanno ottenendo di tutto e di più mediante ricatto, grazie a un presidente del Consiglio "attento alle indicazioni del popolo". I Rappresentanti della sinistra massimalista mica sono cog**oni come coloro che li votano e alzano cartelli come questo; ben si rendono conto che comunque vada questo sarà l'ultimo giro che mai si faranno al potere, quindi non faranno mai ca**ate autolesioniste contro Prodi.
Semplicemente continueranno a tirar la corda sino a un po' prima del limite di rottura, esattamente come fatto con il Protocollo del Welfare, per poi salvare la faccia con una bella manifestazione catartica per il popolino bue.
In sintesi: i veri ultimi giapponesi.

- i Piddì: trovo molto azzeccata la lettura "blairian-gordoniana" di Nullo sulle potenziali future mosse di Uòlter; in sintesi, il cinismo di costui (Prodi dixit) troverà mille e un modi per dissociarsi dalle (non-)scelte prodiane senza peraltro mai buttarlo a mare, mica è un d'Alema qualunque.
Di cose da fare Uòlter ne ha lo stesso per intanto: far sopravvivere 'sto parto di partito, ibridazione in vitro contro natura, oltre le due settimane, coltivando la credibilità acquisita coi Poteri Forti. Chiedendo del tempo a costoro, c'è prima di tutto da costruire dentro al Piddì quel promesso mix tra nuovo (i suoi futuri scherani di fiducia) e antico (la macchina organizzativa e spartitoria locale).
Vogliamo mettere, l'opportunità nel frattempo di giocarsela nei confronti del Governo come fosse un dissociato-non pentito? Tutti i vantaggi di essere al Governo assieme a tutti quelli di essere Opposizione: non ha prezzo, e per tutto il resto c'è Visa. Almeno fino al 2009 inoltrato, dò mille ragioni a questa lettura.
In sintesi: vai avanti tu che a me scappa da ridere.
- i Centristi: Mastella se non ci fosse bisognerebbe inventarlo, è come quegli impiegati che basta gli offri un caffè alla macchinetta e ti raccontano tutti gli insight della vita aziendale. Le fibrillazioni mastelliane mostrano che molti da quelle parti stanno vivendo momenti d'incertezza: vuoi perchè finiti come lui sul registro delgi indagati, oppure senza ufficio nel Nuovo Palazzo del Piddì. E allora l'ansia generata dall'incertezza li agita, cercano sponde possibilmente plurime (meglio poter scegliere), rassicurazioni.
Ben ha fatto il Cav. ad aprire le trattative con ciascuno di costoro (la politica dopotutto che cos'è se non sangue e mmm...?) ma non va mai dimenticato che come lo fa lui, lo può tranquillamente fare anche Prodi, i mezzi e la faccia per farlo ce li ha, eccome.
Ha di fatto recuperato Dini, rassicurerà Mastella nei confronti dei magistrati, un sottosegretariato o una presidenza per Manzione e Willer (non Tex, solo Bordon) si trovano; e avanti così, compromesso dopo compromesso, prebenda dopo prebenda, l'Italia come l'Iri.
In sintesi: tanto tuonò che NON piovve.
- I Poteri Forti: già detto, a loro ci pensa Uòlter nel medio termine, sul breve un tozzo di pane e una rottamazione non si nega a nessuno.
In sintesi: aspettando, Godo.
Se vuoi combattere efficacemente l'avversario, meglio conoscere i suoi punti di forza e non auto illudersi sulle sue presunte debolezze.
A Prodi va riconosciuta una unica capacità, da sempre, quella di navigare cocciutamente a vista con null'altra bussola che la propria sopravvivenza day by day. Avete presente quei compagni di studi non molto dotati, che comunque passavano prima o poi gli esami, a forza di notti passate a studiare senza capire granchè, ma comunque mandando a memoria quanto sufficiente per strappare un pietoso diciotto con lancio del libretto? Ne ricordo uno, si vantava di essere un "duro" ed effettivamente lo era, sia di carattere che di comprendonio; eccolo lì, è Prodi.
E' tutto quello che serve ora; provate a immaginare, dopo Natale, quando col suo bel faccione flaccido Prodi dirà: tranquilli tutti, sciamo ancora qua .... Un brutto colpo per chi ora sta spergiurando, come in Sciur padrun de li beli braghi bianchi (foera li palanchi ch'anduma a ca'): e non va più a mesi e nemmeno a settimane, la va a poche ore, la va a poche ore ...
Si rischia un inverno freddo e lungo; anzi no, mi correggo, sarà un inverno flaccido inconcludente, nè caldo nè freddo e che sa di niente, proprio come quello passato.

6 commenti:

La Tv della Libertà ha detto...

Gentile autore,

ti comunichiamo che il tuo post, ritenuto particolarmente valido dalla nostra redazione, è segnalato nella homepage della Tv della Libertà, all'interno della sezione dedicata alla blogosfera.

Il fine è quello di segnalare ai nostri lettori i contenuti più validi rintracciati nella blogosfera, soprattutto sugli argomenti che saranno oggetto delle nostre inchieste.

Nel caso tu fossi contrario a questa iniziativa, ti preghiamo di segnalarcelo via e-mail a questo indirizzo chiedendo la rimozione del tuo post. Provvederemo immediatamente.


Distinti saluti,

La Redazione-web della Tv della Libertà.
web@latvdellaliberta.it

Abr ha detto...

Ringrazio per la terza volta, ad majora ...

Ismael ha detto...

"Avete presente quei compagni di studi non molto dotati, che comunque passavano prima o poi gli esami, a forza di notti passate a studiare senza capire granchè, ma comunque mandando a memoria quanto sufficiente per strappare un pietoso diciotto con lancio del libretto?"

Uh, se me li ricordo. Dei 34 che riescono a laurearsi in ingegneria ogni 100 immatricolazioni, 17 sono di quel "ceppo" lì! :-)))
Seriously, la situazione del Prodi bis sta assumendo tratti talmente grotteschi da far apparire il Prodi "uno" un faro di politica paragonabile al secondo gabinetto Reagan...
Se pensi che Prodi e i prodiani sono ai ferri corti, dici tutto o quasi.
In questo sfacelo, si rischia di perdere di vista la faccenda seria, cioè la "blairizzazione" del Pd promessa dal Veltroni decisionista. Sembra quasi che modernizzare un intero blocco elettorale sia affare da conferenza stampa e nulla più!

Abr ha detto...

Ah, interesting, ai miei tempi eravamo 12 su 100 ...

Uolter come Blair? Ma in che film? E' solo un cinico tatticone furbastro.
Basti considerare la situazione multe a Roma, lasciata in mano a esattori che esigono pagamento delle multe del '94 minacciandoti di pignorare la casa; chi ci casca (o non ha tempo di sorbirsi una giornata di coda), paga ...
Il tutto nella regale indifferenza del principe sindaco. Pilatesco e bizantino.

Otimaster ha detto...

Lucido come sempre, per forza finisci sempre alla TV :-)
Scusa l'assenza degli ultimi tempi, a causa del lavoro ho trascurato sia gli amici che il blog, per fortuna ci avete pensato voi a tenerlo in vita.

Abr ha detto...

Tnxs Master, se il tuo blog sta in piedi "da solo" è merito della credibilità che ti sei costruito addosso nel tempo, senza personalismi e flip flop.
Per quanto mi riguarda, anch'io ultimamente mi sono un po' distratto, la politica fa pena, su tutti i fronti; solo il rugby, argomento serio, riesce ad appassionarmi.

Ne quid nimis blog

Today's Birthday

Quote of the Day

Mother

- The Father Blog

Ne quid nimis - T



- The GrandFather Blog:

Ne quid nimis - T
Find 2005 archives here