Abr's blogs and posts

...Daily links and food for thoughts ............... It's my Town ............ My weekly columns Abr's No Comment My Town Abramo Rincoln the zombie hunter

Abr's No Comment

Bollato

Ho appena pagato il bollo auto. Non è tanto il costo in sè - certo che l'aumento però è stato really impressive: rispetto all'anno scorso euro più euro meno ho pagato il triplo (nota per Pecoraro Scanio: "triplo" significa che ho pagato tre volte tanto, non un terzo in più).
Non è tanto il costo dicevo, ma la riflessione su COSA sto pagando, qual'è il servizio che ricevo in cambio: dal primo di settembre (bontà Sua, hai un mese di tempo per versare) e per un anno, lo Stato graziosamente mi concede di circolare per le Sue strade.
Meco, stica, parde ... Le SUE strade?! Quelle sarebbero già anche mie, vista la montagna di altre tasse che già pago; nella realtà è pure peggio, il Bollo Auto s'ha da pagà anche se l'auto restasse ferma immobile senza ruote in garage, è una cosiddetta "tassa sul possesso".
Non colpisce consumi, reddito o rendite, è peggio del balzello medievale, il famoso "un fiorino" dovuto al passare del ponte: quello almeno remunerava un "servizio", era fondato su un investimento in "infrastrutture" e "sicurezza".
Cos'è allora 'sto Bollo? E' la quintessenza impositiva dello Stato (non per caso si chiama "imposta"), è un eloquente hier ist kein warum, qui non c'è perchè, un mero vuolsi così colà ove si puote ciò che si vuole e più non dimandare; ti ricorda che sei un suddito e devi pagare non in quanto logico ma perchè ti viene imposto. Quanti secoli sono passati dal Re Sole? Troppo pochi evidentemente.
Il Bollo Auto è solo uno dei tanti esempi di tassazione illogica e illiberale; anche l'Ici sulla prima casa, "bollata" come se producesse reddito; nella realtà lo Stato implicitamente sancisce anche lì che la proprietà privata è una Sua Concessione.
Di tutte la tasse e balzelli uno a mio avviso è ancora più odioso, peggio di tutti i Bolli Ici Irap e altre borbonicità assortite: la tassa sull'immondizia.
Intendiamoci, trovo sia corretto pagare per il servizio di smaltimento, per il lavoro di eliminazione e per lo spazio occupato dallo stoccaggio dei rifiuti prodotti; figurarsi, sarei addirittura personalmente favorevolissimo a far pagare "alla giapponese" l'occupazione di suolo pubblico delle auto parcheggiate di notte per strada o sui marciapiedi (queste ultime dovrebbero pagare un po' di più).
Okkei a pagare per servizi lavoro e spazi occupati dunque; devo ancora capire invece perchè mai si debba pagare un servizio che si presta noi a favore delle Società di smaltimento: ci viene infatti imposto di "differenziare" gratis i rifiuti al posto loro, per consentire alle stesse di lucrarci sopra con la rivendita del materiale riciclato; questo è lavoro coatto, è manodopera prestata forzosamente e non remunerata; in altre parole è schiavismo.
Per fortuna che "il liberismo è di sinistra"... Poveri Alesina e Giavazzi, lanciati come spermatozoi "liberisti" alla caccia dell'uovo socialista da fecondare; è sempre il solito speranzoso fiotto, come quello di Riformisti, Pannella, Bonino, Capezzone, Zanone, Montezemolo e compagnia bella.
Non glie l'ha ancora spiegato nessuno che 'sto uovo nazional-socialista è protetto da contraccettivi putenti assai? E' un preservativo all'uscita dall'Evo scorso che si chiama: "noi Statalisti teniamo famiglia numerosa a carico, scusate il disagio".

2 commenti:

nullo ha detto...

bella la nota per pecoraro!

Abr ha detto...

Tnxs Nullo ben ritrovato :)

Ne quid nimis blog

Today's Birthday

Quote of the Day

Mother

- The Father Blog

Ne quid nimis - T



- The GrandFather Blog:

Ne quid nimis - T
Find 2005 archives here