Abr's blogs and posts

...Daily links and food for thoughts ............... It's my Town ............ My weekly columns Abr's No Comment My Town Abramo Rincoln the zombie hunter

Abr's No Comment

Sotto il buonismo, gnente

Possiamo ragionare a mente relativamente fredda sulla discesa in campo della Biscia romanista-juventina e sulle reazioni lette sinora. Aiutati anche dal post senza "nei" del Coopetitor, che lo paragona con Tony Blair (un po' arditamente devo dire), che se n'esce tra standing ovation da dieci anni di potere lo stesso giorno in cui il Nostro andava a Torino a leggere un gobbo tarato un filo troppo veloce.
Dieci anni di New Labor da una parte, quarant'anni di sguscianti evasioni dall'altra, ma con il medesimo obiettivo: sedurre tutti, non solo i sodali.
Del discorso del Lingotto cominciamo ad apprezzare i "fatti" concreti: tanto per cominciare il popolo di sinistra ottiene en passant la risposta ai cieli azzurri di Berlusconi, le colline verdi centroitaliche proiettate sui maxischermi al Lingotto (prima che sparissero per i tipici "disguidi tecnici"). Dico, dopo dieci anni di arcobaleni gay, ramoscelli e ghiandaie accostati con poco garbo, vi par poco? Del resto a lui je vengono così, senza sforzo.
Se i cieli azzurri fanno alzar la testa e attivano, le bucoliche colline al contrario invitano al relax e alla pennica contemplativa, lanciando al contempo un ponte programmatico verso il mitico pliiss, visit Italy dell'altro ggiovane Rutelli. Fatti insomma, non pugnette.

Se i simboli significano qualcosa, siamo alle soglie dello "scontro di civiltà" de'noantri: abbiamo il "passo" centroitalico (dal Po a Napoli con qualche enclave) da estendere forzosamente anche al resto del Paese.
Se ne sta rendendo conto la ggente? I giornali e gli opinion makers in conflitto di interesse no, contrariamente alla stampa estera che bolla quello del Lingotto per quello che è, cioè un discorsetto banale, tutto fuffa e zero arrosto.
Ma tant'è, come argutamente nota Windrose nel finale del suo post mai sottovalutare il gradimento della gente per i "non migliori" di loro.
Rilancia il Foglio: "Non si può fingere .. che Veltroni possa essere derubricato come uno di quei vecchi e sfaccendati “fanigottoni” della politica di cui si burla il Cav. .. Non è, come fu Rutelli (suo malgrado) nel 2001, il frutto stanco della battaglia fra i capi".
Prepariamoci allora nel caso a un futuro slow - food, wine, commerce; agriturismo al posto di camper, Umbria Jazz non Festivalbar, campagna invece di mare, turisti al posto di businessmen. Lento invece che veloce, gentili no al posto di frettolosi okkei.
Ospizio Italia insomma, anche per motivi anagrafici (a proposito: "immigreremo" solo badanti e governanti buone, non più cattivi spacciatori e stupratori). O se preferite una grande Coop, una Asl o una municipalizzata, in cui ci si paga non producendo ma consumando. Bella eh, la rivoluzione copernicana? Del resto la Coop sei tu, cliente coincide con titolare; nessuno che frega guadagnando, nessuno che licenzia se stesso. Sarà l'apoteosi del motore perpetuo - immobile - autoalimentato, come già in Umbria, Toscana (pur con qualche doverosa "redistribuzione" dal Centro) e nelle economie africane di sostentamento. Già, Africa: se Maomeltroni non va più alla montagna, faremo che un po' d'Africa venga a noi, per farlo sentire meno triste ...
Si potrebbe riassumere l'approccio con un: autarchica, soave, insostenibile leggerezza dell'essere; edonismo veltroniano.
Che importa se per governare dovrà ancora reggersi tra DiPietro e Mastella da un lato, Diliberto e Pecoraio dall'altro? La svolta sarebbe forse che lo farà "gentilmente ma fermamente" invece che bofonchiando?
Che importa se, come nota Gramellini, i sindacati e Bertinotti gli rideranno in faccia quando ripeterà loro ciò che ha detto al Lingotto? Qui siamo alla costruzione operosa e fattiva del "sogno", sdraiati e sorridenti, pagliuzza in bocca sul fianco della collina verde tra il frinire delle cicale; non si interrompe un sogno! Si troverà un modo di accontentare tutti, giusto Montezemolo?
I Care, trad.: "mi frega". Eccola lì, ancora a me tocca, già 'o sapevo.

20 commenti:

Anonimo ha detto...

Quanto ve rode :-D

Abr ha detto...

Rode? no, Rido ... :D

Rido di chi sostituisce un "flaccido imbroglione" (d'Alema dixit) con l'altro "flaccido imbroglione" (sempre d'Alema dixit) ...
Rido di chi in mancanza de mejo se convince e je fa' pure er tifo...

Angelo ha detto...

Ridi ridi, caro Anonimo, che mamma ha fatto gli gnocchi! Ma quanti! AHAHAH

Snake ha detto...

Veltroni? Solo chiacchiere e distintivo, non serve altro per descriverlo.
Ciao Abr, post ottimo come sempre!

Anonimo ha detto...

poverelli, i sinistri quando non sanno più cosa dire rimane solo di citare Berlusconi con il tipico "allora lui?" oppure dir che si rosica, come se la discesa in campo di Veltroni fosse una novità dell'ultima ora.
Sono talmente abituati a votare chiunque gli venga ordinato che er Ualter gli parrà quanto di meglio ci sia nella galassia politica universale.
Suggerisco a tal proposito un giretto illuminante, sempre che non finiate in qualche buca, a Roma dopo anni di gestione e miliardi spesi (e gliene hanno dati altri ieri) dal Kennedy di noantri.
Astenersi appartenenti ai centri sociali, gli unici insieme ai palazzinari ad averci veramente guadagnato dal Valtere.
Tutto secondo copione, stampa schierata in parata, i sondaggi dell'ex LC Mannheimer che già lo danno al 1500% dei consensi e tutto il resto della grancassa mediatica RAI a far da contorno.
Sia mai che ci ricordassimo di quella strana notiziola, relegata in 20 esima pagina, su quel che la Corte dei conti ha detto sulle strabilianti performances di spesa del governo Prodi.
Almunia, altro disturbatore ad intermittenza, ci ha provato a riportarci sulla terra ma, pare che TPS abbia garantito che dopo appena un annetto dalle voragini ed i disastri che ci hanno fatto compagnia per 5 anni, i conti siano finalmente a posto, siamo più ricchi(parole sue :s)quindi possiamo spendere.
Hanno già vinto, champagne, allegria...

Abr ha detto...

Tnxs Angelo ma lascia stare, so' unanimi (o anonimi?) ;)

Tnxs Snake, facciamo in modo che non entri a far parte degli Untouchables, sfottiamolo per bene!

Tnxs anonimoII, hai illustrato tutto con dovizia di dettagli.

gabbianourlante ha detto...

siamo più ricchi è riferito "a loro" ... quelli che stanno al governo! ciao

SOL ha detto...

Cosa ne pensa della "spedizione «punitiva» al concerto rock"? (il titolo che da il corriere della sera alla notizia)

Abr ha detto...

Tnxs gabbiano, tra l'altro quell'idea "para-economica" di Veltroni, che pure vorrebbe essere il superamento della filosofia "tassa e spendi" delal sinistra arretrata, è concettualmente sbagliata, come spiegato benissimo da A.Corneli sul Giornale di sabato.

Abr ha detto...

Detto preliminarmente che difficilmente mi appassiono alle zuffe di strada tra can guasti, la domanda off-topic di Sol è per me sorprendente per due motivi.

Il primo è che questo blog da sempre (anche da prima di esistere, cfr. miei blog preesistenti) è sempre stato schierato contro la political correctness e la mentalità mainstream, soprattutto nella sua versione sinistra, anche ferocemente; ma utilizzando le armi contundenti della satira e della denuncia esplicita, al limite dell sarcasmo, senza mai deragliare verso la passionalità non razionale o peggio, giustificare nessun tipo di violenza.
Ma posso comprendere la domanda, dopotutto nessuno è obbligato a conoscere la storia di questo blog; in più, domandare è sempre lecito, come sorprendersi delel stessse ;)

Il secondo motivo di sorpresa è che il Corrierino dei Piccoli voglia dar rilievo e valenza politica a una zuffa territoriale tra ratti di fogna come quella.
Tra tutti gli Off Topic possibili odierni (attentati di Londra, Visco indagato etc.), francamente quel fatto di Roma m'era ampiamente rimbarzato; confesso, sono andato a leggermi l'articolo solo per rispondere compiutamente alla sua richesta.

Se proprio vogliamo scendere alla cronaca e all'ordine pubblico (perchè di questo si tratta), ha valenza sociale e merita molta più riflessione un'altra escalation di violenze: in ventiquattr'ore, abbiamo avuto 4 ragazzi killerati da un'auto di ubriachi albanesi in corsa a fari spenti a Cremona e una tranquilla coppietta violentata da un branco di extracomunitari a Segrate; oppure l'indifferenza nei confronti della manifestazione pro-Hina a Brescia.
Queste sono tutte cose che, guardando i miei figli, trovo immensamente più preoccupanti che i diritti di quattro cani rognosi, rossi o neri chissene, che si disputano l'osso della prima pagina.
Spero di aver risposto alla sua domanda.

Maedhros ha detto...

Suvvìa Ing!
Qualche merito a Uolter bisogna pur riconoscerglielo.

Tu riusciresti a parlare per 95 minuti senza dire niente?
;-)

Abr ha detto...

Ohh, riuscirei a scrivere 95 post senza dire niente ;)
Però io mica mi candido ...

Anonimo ha detto...

Ah sì, anonimo 5, ai palazzinari e ai centri sociali aggiungici pure i clandestini, si stima che a Roma ce ne siano almeno 400.000, tra quelli che ci hanno guadagnato con Vàrtere, oltre a quelli regolari che il nostro ha voluto rappresentati permanentemente in consiglio comunale in rappresentanza di tutto i continenti, giusto per sapere chi votare quando gli verrà concesso.

Valter l'Africano:
Veltroni aveva detto che finito il mandato a sindco si sarebbe dedicato all'Africa, deve aver cambiato idea dopo lo scandalo della monnezza provocato dall'Ama romana nella regione di Dakar che ha fatto centinaia di morti per tifo. Difatti Valter lo aspettano a braccia aperte in Senegal (per menaje) ma lui non si fa vedere.
Certo che anche Roma non è messa tanto meglio.

Valter Kennedyano
Sono arrivati persino a misitificare la storia e i suoi protagonisti tra i più popolari per piegarli alle esigenze dei loro sogni di Ulivo mondiale, orfani come erano dopo la caduta del comunismo in URSS.
Adesso con Veltroni tentano di mettersi in quota Kennedy e i democratici Usa, benché John, che non disdegnava affatto il maccartismo, e aveva ragione!, non abbia esitato nel ’62 ad andare sull’orlo del conflitto con l’Urss su Cuba e ad avviare la guerra del Vietnam, mentre Robert tramava per far uccidere Castro.
Tra l'altro sono stati molto più spesso i presidenti democratici a decidere interventi militari, rispetto a quelli conservatori normalmente più isolazionisti.
Di certo però nessuno di questi assomigliava a Veltroni e al suo partito.
E mentre Valter vaneggiava dal palco del Lingotto, il suo amico scemolino, il nostro ministro ai beni culturali, era in visita a NY per incontrare, coi nostri soldi, esponenti Dem., portare sostegno a Hillary (sai quanto ne sarà contenta!) e, colmo dei colmi, per presenziare all'inaugurazione di un documentario su Oriana e L'America all'istituto italiano di cultura. Oriana Fallaci dovra' rimanere purtroppo muta, davanti a questo evento...

A voglia, ce ne sarebbero di Valter...pure quello berlusconiano, ma mi si incastrerebbero le chele nella tstiera, per cui per ora mi fermo qui. Saluti,
Lorenza.

Abr ha detto...

Tnxs Lorenza!

nullo ha detto...

hai colto, abr: il buonismo slow all'italiana di veltroni impedira' il cambiamento, ma ci fara' sentire bene, soprattutto a sinistra. come dice george eliot in middlemarch: l'importante sono i pozzi in africa, non i disoccupati di casa nostra (traslato per veltroni, chiaramente).

a proposito, ma quando hai scelto il termine 'coopetitor' lo sapevi che quelli della microsoft lo usano per descrivere il loro rapporto nei confronti delle aziende di nicchia cui non hanno ancora tolto il mercato? se ne lamentava (dell'espressione buonista, a proposito ;-)) il CEO di una societa' di software britannica ieri alla radio

ciao,
nullo

Abr ha detto...

nullo siii, Ueltroni che si sentiva amerikano quando era capo dei giovani Pionieri potrà ben farci sentire poveri ma belli: abbiamo tutti bisogno di droga legalizzata.

Coopetition: sorry non è farina del mio sacco, è termine "tecnico" per noi markettari da almeno un paio di decenni (Porter? Kotler?).
Mi sembrava adeguato al nostro ambito e finalità.
Markette a parte ovviamente; marketing qui è parola peggiore di "soldi": mia madre infatti non sa che mi occupavo di marketing and business development, credeva che suonassi il piano in un bordello ;)

Massimo ha detto...

Veltroni è il classico prodotto della pubblicità. Ci fosse ancora Carosello, sarebbe perfetto per un siparietto. Il tragico non è Veltroni che parla 95 minuti senza dire nulla. Il tragico è che ci sia gente disponibile a pendere dalle sue labbra, ad applaudirlo, gente che risponde persino al nome e lungo cognome di Lcdm.

Abr ha detto...

Ueltroni è un classico prodotto della credulità popolare; quanto a Lcdm & sodali furboni, ben si rendono conto che per i loro scopi personali e aziendali è meglio un "moron" buonista che un personaggio ricco di personalità e idee innovative, che non guardi in faccia nessuno.

Chris ha detto...

E' circa lo stesso titolo che ho dato pure io, perchè alla fine è tristemente così.

Abr ha detto...

Copiòn! :D
il fatto è che posti troppo .... ;)

Ne quid nimis blog

Today's Birthday

Quote of the Day

Mother

- The Father Blog

Ne quid nimis - T



- The GrandFather Blog:

Ne quid nimis - T
Find 2005 archives here