Abr's blogs and posts

...Daily links and food for thoughts ............... It's my Town ............ My weekly columns Abr's No Comment My Town Abramo Rincoln the zombie hunter

Abr's No Comment

"E' sc-sc-scientifico"

Da un paio di giorni l'editor di blogger funziona male, sorry per i missing links e le limitazioni di font etc.
Prendiamo atto del fermento blogosferico sul gran dilemma che poco ci appassiona: omo-sesso o omo-fobo.
Tra il tanto che preferiremmo non aver letto, qualche refolo di interesse riesce ancora a emanare da pochi. Ricordiamo e segnaliamo tra i pochi Italian Libertarians (Jinzo) così profondamente diverso da altri sedicenti libertari, che censura la censura al pur virulento neofuturista Metafisico, attuata dal demogratico e processista "provider" splinder; quello di Zanzara, nota lieve e ironica in un contesto di accapigliati apocalittici e foschi Dom Jorge - ricordate il biblotecario cieco de Il Nome della Rosa? - in guerra per bande contrapposte.
Un altro contesto denso di grandi anatemi è quello del cambio del clima, tema che onestamente ci appassiona un po' di più del precedente.
Abbiamo speso parte della notte scorsa a gustarci tutti i 73 minuti di "The great global warming swindle", confutazione puntuale completa e ben fatta dei fondamenti flaw della più grande balla riciclata del nuovo millennio: il pianeta che si scalderebbe per via del CO2 generato dall'uomo.

Chi è interessato a informarsi fuori dal coro può trovare il video, ben fatto e fruibile come un documentario di Discovery Channel, nella pagina Multimedia Playground di questo blog (pulsante verde che pulsa sulla sidebar), andare nella sezione "Google video search" e premere il tag "Globalwarmin"; si può scegliere versioni "a capitoli" o quella intera.
Raccomandato in particolare ai fruitori de l'inconvenient film Oscar di Al Gore: chiedete il rimborso del biglietto, sono sufficienti tre minuti su settantatrè di quest'altro per respingere al mittente tutto il concetto su cui si fonda, per manifesta infondatezza scientifica.
Come afferma anche A conservative mind, non siamo a confrontare due ipotesi scientifiche di pari dignità in attesa di conferme, bensì due approcci, uno scientifico basato sulla disponibilità al confronto con esperienze dirimenti (secondo i popperiani dettami dell'approccio scientifico altrimenti chiamato falsificazionismo), e un altro, chiamatelo politico o come volete ma non scientifico, dogmaticamente arroccato al concetto di "consensus".
La cartina al tornasole della ascientificità dell'approccio? La fastidiosa intolleranza nei confronti della critica: uno scienziato vero si confronta e analizza i risultati controversi per far eventalmente crescere la sua teoria; i baroni delle università da poco e gli orecchianti fanno invece gli sprezzanti.
Il "consensus" è una interessante estensione all'ambito scientifico di un elemento della cultura popolare: quand'ero giovane si diceva, è vero, c'è scritto sul giornale. Oggi siamo evoluti: i beppegrillo saputi dicono, l'ho trovato su Wikipedia....
Il "consensus" funziona come l'estensione del modello democratico al sapere: quanti sono gli scienziati che appoggiano una certa tesi ? Si fa la conta elettorale e il global warming man made - o l'omofobia come malattia incurabile ;-)- vincerà a mani basse. E quindi diviene "verità".
Battute e semplificazioni a parte, la scienza per sua fortuna non è "democratica", premia ancora la superiorità del singolo genio sulla massa dei praticanti. Il consensus dell'Establishment, dei Comitati (=Soviet) etico-scientifici è storicamente il più grande nemico all'avanzamento del sapere, come insegna ad esempio il mai abbastanza meditato affaire Galileo Galilei.
Il disinformato che non sa contestualizzare usa la nota storia di abiura come triste esempio dell'oppressione ecclesiastica all'avanzamento del sapere e tutti i torti non ha; la cosa evidentemente lo appaga, e sospende il giudizio sul fatto che la congrega schierata a valutare il caso era quello che oggi sarebbe la crème de la crème dei baroni universitari. Un bel Comitato per l'appunto, fondato sul "Consensus" scientifico e guarda caso politico del momento. Eppur si muove ...
Oggi non è diverso da quell'epoca: abbiamo tanti, troppi scienziati scatenati ad accaparrarsi fondi (del resto, tengono famiglia pure loro); spuntano i flanker interessati, politicanti e orecchianti dilettanti allo sbaraglio. Ricordo ad esempio quel liceale che pretendeva di puntellare la sua "Verità" della sua ricerchetta da seconda media dicendo: "Ho speso dieci dollari per ottenere quel rapporto"; come Al Gore, prodotti di scarto della democratica Civiltà del Consumatore.
Lo stesso approccio "sc-sc-scientifico" (immortale Gassman ne "I soliti ignoti") si ritrova mica solo nel clima o nella malattia degli omo-sessi piuttosto che degli omo-fobi. A riprova che il problema non è tanto la teoria più o meno flaw, bensì nell'approccio parascientifico e neomedievale - questo si - dei tanti orecchianti dei nostri giorni.
C'è consensus, e allora? Mica sono le elezioni di condominio.

7 commenti:

nullo ha detto...

abr, come dicevo l'altro giorno da a.man., lo scienziato del MIT citato ha dichiarato di essere stato completamente mis-represented dal montaggio del documentario. e ha detto di non negare che CO2 riscaldi il clima. una breve ricerca su google confermerà quello che dico.

sul merito del documentario, la cosa che mi ha appassionato di più è quella dei grafici rovesciati co2/temperatura... sempre se vai al post di a.man. dell'altro giorno, trovi un link messo da me che discute quell'aspetto...

ah, un'altra cosa. il produttore del documentario era già stato deferito in passato per aver distorto le opinioni degli intervistati... l'ha rifatto!

cmq sei un grande che hai messo a disposizione il video!

inyqua ha detto...

A volte basterebbe davvero poco per evitare di scrivere stupidaggini intellettualoidi: per esempio anche l'accessibilissima wikipedia...

http://en.wikipedia.org/wiki/Consensus_(medical)

Invece si perde tempo ad accarezzare coloro che vogliono far credere che solo la morale (magari cattolica) ha un senso...
Bello credersi fuori dal coro...magari voce bianca...

Abr ha detto...

Tnxs nullo; l'approccio scientifico è ".. basato sulla disponibilità al confronto con esperienze dirimenti..", figurarsi se nego il negazionismo dei negazionisti, quando portano la critica sul piano scientifico ed escono dalle risposte preconfezionat ed urlate.
Proprio per questo, rifiuto invece di sminuire la portata di un documentario perchè, nel '23, uno delgi autori è stato visot mettersi le mani nel naso ... c'mon, di distorsioni e di ricattini sono piene le fosse (tengono tutti famiglia), da una parte e dall'altra. Noi "progressisti" ;-) stiamo dalla parte del più debole, e voi ... ? ;-)



Grazie della visita Inyqua.
Non si può essere simpatici a tutti, ce ne siamo già fatti una ragione.
Dovendo scegliere, meglio essere antipatici a chi non sa cosa sia il metodo; sia animato da Fedi Assolute e Corrette, da aneliti alla Verità Vera; tratti di argomenti che non ci appassionano; si prenda troppo sul serio.

Ci consoleremo facendoci venire la voce bianca, a forza di urlare giocando con la nostra bimba più piccola. :-D

Massimo ha detto...

A me ha fatto ridere il resoconto di quelle due fanatiche ecoambientaliste che sono andate al Polo Sud per dimostrare l'innalzamento della temperatura e sono tornate indietro con alcune dita congelate ... facessero tutti così gli ecoambientalisti per dimostrare la portata ideologica delle loro credenze tribali ... :-D

Abr ha detto...

Grande Massimo! Ce n'è anche, di sc-sc-scitifici, che paventano l'inalzamento degli oceani a seguito dello scioglimento dei ghiacci ARTICI ... contestano il conservatore principio di Archimede ... ;-)

fg ha detto...

se solo si guardasse la realtà per quello che è.
ma come si applica il consensus a persone e culture diverse? La tecnoscienza onnipotente si nutre di paure e remore primordiali, che attecchiscono in uomini che non hanno più il senso dell'infinito e del Mistero, per cui diventano superstiziosi, oggi la superstizione più grande è la scienza salvifica e catastrofista.
ps
trovo anche nei commenti del tuo blog questa sedicente inyqua che è ossessionata dai cattolici e da quello che pensano. Non sa sviluppare o affermare una qualsivoglia opinione se non come contrapposizione o contrappunto al papa, i vescovi e il cattolicesimo. In ogni suo commento è monotona fino al maniacale. ma non comprendendo quello che vuole affermare non ne comprendo la patologia. forse la stessa commentatrice potrebbe spiegarci quale è il suo male interiore.

Abr ha detto...

fg, la scienza appunto avrebbe l'ambizione di costituire una sorta di "lingua franca" universale e "oggettiva". Ma se la costruisci non mediante metodo (scientifico appunto) ma per via "democratica", diviene una lingua qualsiasi e quindi per definizione soggettiva.
La superstizione nasce da molte vie; una di queste, concordo, è confondere la scienza con la Verità. La scienza è esattamente il contrario, è Umana e quindi in costante divenire.

Quanto alla commentatrice, va solo che perdonata ..

Ne quid nimis blog

Today's Birthday

Quote of the Day

Mother

- The Father Blog

Ne quid nimis - T



- The GrandFather Blog:

Ne quid nimis - T
Find 2005 archives here