Abr's blogs and posts

...Daily links and food for thoughts ............... It's my Town ............ My weekly columns Abr's No Comment My Town Abramo Rincoln the zombie hunter

Abr's No Comment

Celebration


Celebriamo in ritardo ma con somma gioia la settima Champions della prima squadra de Milan, quinta vittoria su otto finali dell'era berlusconiana. Only the Braves, sedici volte al top continentale e mondiale. Altri fanno giustamente festa qualche piano più giù per quindici trofei locali e non tutti vinti sul campo; del resto ognuno si colloca alla tacca che sente propria ... ma non guardiamoci indietro; nel merito hanno già detto tutto loro.
Aggiungo di mio solo una considerazione che vorrebbe essere super partes sulla formula
in ottica di benchmarking, non tanto da milanista quanto da supporter di altri sport di squadra.
Il mainstream giornalaio e degli addetti ai lavori insiste, invero impiegando pochi argomenti seri e molto tradizionalismo, che un torneo a girone andata e ritorno - la formula cosidddetta "all'italiana" - sia il più significativo per misurare il valore complessivo di un team nel corso del tempo.
Sarà... ci limitiamo a osservare che tutti gli sport seri di squadra, al mondo e in Italia (volley basket rugby baseball football americano etc.etc.) assegnano i loro titoli con la formula del girone preliminare "all'italiana" e finalmente con playoff a eliminazione diretta. Il calcio "serio" non è estraneo alla formula: i mondiali e gli europei di calcio fanno così; anche la Champions League (che by the way, altro che torneino leggero, quest'anno è iniziata il 6 agosto ed à finita a fine maggio). Chissà perchè i tornei nazionali invece no.
Il fine della formula a playoff è di premiare non solo la perseveranza, tipo le scuole dell'obbligo, ma anche la capacità di pianificare, la tecnica, il cuore e le palle. Viene fuori la capacità competitiva insomma, che anche nella vita determina il merito, chiedere a Sarkozy per dettagli. Sarebbe anche una questione di rispetto per il pubblico e per lo spettacolo: chiudere in crescendo, come in tutti gli altri sport di squadra, evitando sceneggiate deprimenti di certe penultime e ultime giornate di campionato.
Spezzo una lancia per chi volesse scuotere il Palazzo d'Inverno per davvero, altro che Borrelli e Signor Rossi.


8 commenti:

Calamity Jane ha detto...

Non so quanto abbia influito sul risultato finale, ma quella di ieri sera era la prima finale di Champions che abbiamo visto in tre; oltre a tutto il resto, la terza deve aver preso dal padre anche l'inclinazione calcistica rossonera.
E dire che a questo giro sembrava non aveste neppure diritto a giocare... (detto da juventina, eh! :-)))
CJ

Abr ha detto...

Ha ... anche per noi la primissima in tre fu il mitico derby del 6-0 nel 2001 (e anche da noi la mamma è tiepida juventina); sempre sostenuto che i bimbi fanno bene al sistema neurovascolare dei genitori .. :-)

Mthrandir ha detto...

Caro lei, per la salvare la memorabile stagione nerazzurra si sono inventati la faccenda della regolarità e della costanza. La realtà, detta da juventino, è che il Milan è l'unica squadra italiana che abbia una vera vocazione internazionale e che ragioni, giustamente, per vincere il massimo della posta. Che sta in Europa, non ad Ascoli. Il resto sono bubbole che van bene per chi a vincere non è capace. Senti, interesserebbe mica un centrale potente fisicamente, giovane, francese, dal grande potenziale inespresso?:-)

Abr ha detto...

mmmm .. da juventino mi sa che hai colto un senso potenzialmente capzioso nella mia proposta dei playoff nel campionato e nemmeno commenti ...
No grazie Mth., dalla Juve li prenderemmo solo piacentini, piccoli mingherlini razzenti e assetati di gol ... :-)

GeorgeWalker ha detto...

grazie per il link amico.
come ha fatto notare Gattuso ieri sul bus scoperto agli intertristi, "non la vincete da 42 anni" lolllll:D
ciao,grande Milan!

Abr ha detto...

You very welcome my friend :-)
Gli intertristi ..altro che copertura alla neozelandese durante i match race: dopo diciott'anni o giù di lì "vincono" lo scudetto, e esattamente come 18 anni prima, gli si vira sulla prora vincendo la Champions .. non c'è rispetto per i più sfortunati ... ;-)

GeorgeWalker ha detto...

poveri intertristi,la storia si ripete,questa vittoria del Milan li ha distrutti,li sento che rosicano,mamma se rosicano:))
Dimenticavo...
KAKA' PALLONE D'ORO!!!

Abr ha detto...

You may bet on it, quello che realmente differenzia i due lati calcistici di Milano non sono però i singoli; è la mentalità, il gioco di squadra e l'approccio. A tutti i livelli.

Ne quid nimis blog

Today's Birthday

Quote of the Day

Mother

- The Father Blog

Ne quid nimis - T



- The GrandFather Blog:

Ne quid nimis - T
Find 2005 archives here