Abr's blogs and posts

...Daily links and food for thoughts ............... It's my Town ............ My weekly columns Abr's No Comment My Town Abramo Rincoln the zombie hunter

Abr's No Comment

Troubles

Ultim'ora: dispiace per la sconfitta del simpatico e sportivo Chievo, che gli costa la retrocessione dopo sei splendidi anni in A. Si dice sia la prima nella storia sportiva della frazione di Verona, ma è solo leggenda popolare (fu retrocesso nel 1963 dalla prima categoria; è piuttosto la prima per la famiglia Campedelli, lì al "potere" dal 1964).
Sia come sia non risulta esserci (più) nessuna squadra immune da retrocessioni, almeno tra A e B. Se ce ne fossero nelle serie minori, fatecelo sapere. Pochi sanno infatti che anche l'Inter finì ultima nel campionato del fatal 1922; solo la provvidenziale fusione tra le due Leghe Calcio di allora, con conseguente riorganizzazione dei campionati per l'anno successivo, preservarono l'illustre retrocessa dal dover scontare la chiara sentenza del campo.
Ma veniamo a troubles più seri, rugbistici e non.
Serie di sconfitte britanniche negli ex-Dominions: la principale, quella inglese per 58 a 10 in Sudafrica si spiega per il diverso peso specifico in campo. Hai voglia le epidemie di scagotto tra gli inglesi o il peso dell'intera stagione boreale sulle loro spalle; gli Afrikaner sono più alti forti veloci bravi cattivi, e dopo il Super14 lo sanno. Grande il rientro di Schalk Burger (in foto, quello che protegge la catenina dell'inglese) migliore in campo.
Anche il Galles perde con una Australia abile a complicarsi la vita da sola; il commento viene lasciato a Brett per diritto, personalmente dei gallesi mi è piaciuto Hook e anche Phillips, mediani solidi e giudiziosi.
Fuori dai Dominions anche l'Irlanda viene messa sotto in Argentina da un drop di Contepomi, della serie trema Emisfero nord, trema; vedremo cosa farà adesso l'Italia laggiù ...
Chiudiamo i troubles nell'ex-Commonwealth con Sean Connery sul Washington Post che fa da testimonial a favore dell'indipendenza prossima degli Scozzesi, cosa che persero definitivamente giusto 300 anni fa - maggio 1707. Novanta anni e cinque mesi prima che la perdessero i Vèneti (17 ottobre 1797) e 205 anni prima degli Afrikaner (31 maggio 1902), volendo usare il rugby come trait d'union. Gli scozzesi hanno sempre saputo mantener alto il senso della loro diversity , cosa che agli altri due popoli riesce sempre più difficile.
(link to something to read, immigration included, from TRN)

6 commenti:

ringo ha detto...

Domanda da un milioncino (dipende da quanto scommetti): passaggio di consegne ieri in Sud Africa?
Il Galles è piaciuto anche a me.

Abr ha detto...

Mah, l'unica certezza è che l'Inghilterra passa la mano (assieme a tutto il suo Emisfero, forse con la doverosa eccezione dei padroni di casa).
Nei confronti di chi? Sarebbe affascinante fosse a favore di S.A., ma in casa 'sti qui sono tanto tosti che non fa testo.
Sicuro comunque che Mr.Graham Henry si gioca la garrota se gli AllBlacks non vincessero nemmeno stavolta ...

ringo ha detto...

Mi sa che tutti i neozelandesi se la giocano, caro Danny!

Abr ha detto...

A proposito del Galles: in ripresa, ligio ligio, ma perde contro la peggiore ad oggi dell'altro emisfero. L'Argentina sarà la vera sorpresa del mondiale, speriamo in un posticino anche per l'Italia ...

ringo ha detto...

Esatto, Danny: ma questo è il caso dire che se avesse avuto anche gli uomini tenuti a riposo, avrebbe potuto vincere.
Sparo: ti dico le otto che passano il turno...
Nuova Zelanda, Sud Africa, Francia, Inghilterra, Argentina, Galles, Italia, Australia. Sempre che il sistema a gironi lo permetta...

Abr ha detto...

Direi che quelle sono ...

Ne quid nimis blog

Today's Birthday

Quote of the Day

Mother

- The Father Blog

Ne quid nimis - T



- The GrandFather Blog:

Ne quid nimis - T
Find 2005 archives here